Tokyo 2020: Bronzo da leone per Abraham Conyedo

Cosa è successo? Cosa abbiamo visto oggi? Una rimonta incredibile che ha del clamoroso. L’azzurro Abraham Conyedo nella lotta 97 kg recupera uno svantaggio di 0-2 e s’impone con un netto 6-2 sul turco Karadeniz .

Era partita male, molto male. Durante il primo minuto di lotta, l’Italiano, ormai allo stremo delle forze per i ripescaggi, prova ad afferrare la gamba dell’avversario, intenzionato a spingerlo fuori dal cerchio, ma l’esito è svantaggioso, poiché Karadeniz riesce a girarsi e a stringersi al suo dorso, schiacciandolo a terra e ottenendo 2 punti. La stessa tecnica è tentata qualche minuto dopo e consegna un punto all’azzuro. La gara sembrava conclusa, determinata, ormai perduta, ma Conyedo, quasi allo scadere, in controtecnica, riesce a stendere spalle a terra l’avversario, mossa che inalbera il punteggio a 5. Non ci sta però la Turchia, che si appella al Challenge, il quale conferma l’esatto conseguimento dello schienamento e aggiunge un punto, come da regolamento per la fruizione del VAR, all’Italiano. Solo encomi per Abraham Conyedo che, quasi inerme e debellato dalla fatica, ha sprigionato una forza da leoni e con un ruggito ha strappato il bronzo all’avversario, la trentanovesima medaglia italiana, a diciasette secondi dallo scadere dell’incontro.

Foto: profilo instagram Abraham Conyedo