Empoli-Salernitana: al Castellani si decide il futuro dei granata. Le probabili formazioni

Nella giornata di domani, alle 15:00, si sfideranno al Castellani l’Empoli di Andreazzoli e la Salernitana di Nicola per la 37° giornata del campionato di Serie A.

I ricordi con i toscani provocano sentimenti contrastanti per i granata: infatti, l’ultima volta che le due compagini si sono affrontate alla penultima giornata è stato nella scorsa stagione, in Serie B, quando una rete di Bogdan e una di Anderson permisero ai campani allenati da Castori di mantenersi a +2 dal Monza, conquistando poi una storica promozione in massima serie nella giornata successiva. Tuttavia, la tifoseria granata non può certo aver dimenticato l’ultima visita al Castellani, quando la formazione allora allenata da Dionisi inflisse un pesantissimo 5-0 agli avversari. Inoltre, anche la precedente partita contro gli azzurri non si è rivelata fortunata per la Salernitana, sconfitta per 4-2 tra le mura casalinghe dell’Arechi lo scorso 23 ottobre. Ma rispetto allo scorso anno sono cambiate molte cose, e mentre l’Empoli ospiterà i granata dopo quattro sconfitte e un pareggio nelle ultime sei, la formazione di Nicola si recherà al Castellani reduce da sei risultati utili consecutivi (quattro vittorie e due pari contro Atalanta e Cagliari).

La stagione dei ragazzi di Andreazzoli può ritenersi certamente particolare: dopo aver conquistato ben ventisette punti nel girone d’andata, battendo in trasferta anche Juventus e Napoli (rispettivamente grazie alle reti di Mancosu e Cutrone) e conquistando una posizione abbastanza lontana dalla zona retrocessione, l’Empoli ha iniziato a calare, e in questo momento nel suo girone di ritorno conta una sola vittoria, ovvero quella arrivata in rimonta contro gli azzurri di Spalletti, i quali erano in vantaggio per 2-0 al Castellani e si fecero rimontare in soli 8′ con i goal di Pinamonti e di Henderson. Nonostante però un girone di ritorno praticamente disastroso, gli ottimi risultati ottenuti nella prima parte di campionato hanno permesso ai toscani di agguantare la matematica salvezza con tre giornate d’anticipo. Una squadra già salva contro una ancora in lotta, la quale potrebbe raggiungere l’ambito traguardo qualora vincesse e, nella giornata di domenica, Genoa e Cagliari perdessero contro Napoli e Inter: questo fattore potrebbe risultare determinante per le sorti dell’incontro, anche se il Castellani, stadio in cui la Salernitana non ha mai giocato in Serie A, non risulta comunque un campo semplice da espugnare.

Per quanto riguarda la formazione, Nicola opterà quasi sicuramente per il 3-5-1-1 visto contro il Cagliari, con il solito Sepe tra i pali e la retroguardia formata da Gyomber, Radovanovic e Fazio, quest’ultimo divenuto dal suo approdo a Salerno il difensore con più duelli vinti. L’insostituibile Mazzocchi ci sarà sulla destra, mentre a sinistra, con Ranieri ancora indisponibile, dovrebbe giocare Ruggeri. Con la squalifica da scontare per Bohinen, dovrebbe ritrovare la titolarità Kastanos, che comporrà il centrocampo con Ederson e Coulibaly. In attacco, alle spalle di Djuric, ci sarà Verdi, grande ex della gara.

PROBABILI FORMAZIONI

MPOLI (4-3-2-1): Vicario; Stojanovic, Ismajli, Luperto, Parisi; Bandinelli, Asllani, Zurkowski; Henderson, Bajrami; Pinamonti. Allenatore: Andreazzoli 

SALERNITANA (3-5-1-1): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, L. Coulibaly, Kastanos, Ruggeri; Verdi; Djuric. Allenatore: Nicola

fonte foto: sito ufficiale U.S. Salernitana 1919